RUBINETTI ¾ GAS: diamo un taglio al passato

A sinistra: bombola con filetto M25x2, tampone M25x2. A destra: bombola con filetto 3/4 GAS, tampone M25x2

Un aspetto fondamentale per la sicurezza delle attrezzatture subacquee è senza dubbio quello del corretto accoppiamento del rubinetto al bocchello filettato della bombola.
Sino agli inizi degli anni ’90 venivano costruite bombole e relativi rubinetti con filettatura 3/4 GAS cilindrico. Tale filettatura fu poi sostituita dalla M25x2, anch’essa cilindrica. Attualmente in uso.
Oggi vengono prodotte bombole per il mercato italiano ed europeo con filetto M25x2 e solo quelle del passato hanno ancora il filetto 3/4 GAS.
Ciò che l’utilizzatore finale deve sapere è che i rubinetti con filettatura M25x2 potrebbero essere erroneamente montati su una bombola con filettatura 3/4 GAS. Infatti, le due filettature non sono purtroppo totalmente incompatibili ed un assemblatore inesperto potrebbe forzare il montaggio di un rubinetto M25x2 su una bombola con filetto 3/4 GAS, assemblando di fatto il rubinetto sbagliato.
A completamento di quanto detto, non è possibile il contrario per cui non si è mai verificato il caso opposto.
Invitiamo quindi tutti coloro che dovessero montare, autonomamente o rivolgendosi ad altri, dei nuovi rubinetti sulle proprie bombole, di verificare l’effettiva compatibilità tra la filettatura della bombola e quella del rubinetto, per evitare situazioni pericolose durante il successivo caricamento a pressione del recipiente.
Controlli delle filettature possono essere fatti presso i competenti centri di ricollaudo (revisione periodica).
Un metodo ugualmente efficace, anche se non “da manuale”, per determinare che un rubinetto sia ¾ GAS, è quello di misurare il diametro esterno della filettatura maschio del rubinetto : il ¾ GAS misura circa 26mm., mentre il M25x2 misura 25mm.

Facebook Social Media

Twitter Social Media

Iscriviti/Subscribe Newsletter

Pin It on Pinterest

Condividi